Archive for the ‘Pasta’ Category

postheadericon Pipe gorgonzola e asparagi – Ricetta TeoSchina

Non so bene da dove ho tirato fuori questo abbinamento di gusti tra gli asparagi e il gorgonzola, ma sapevo che entrambe le cose avrebbero potuto legarsi al meglio all’interno del mio palato. Ecco quindi che ho imbastito subito una pasta per sperimentarli.

Verifica di avere:

  • 250g di pasta
  • 150g di gorgonzola
  • asparagi freschi
  • 1 cipolla piccola
  • panna da cucina
  • sale
  • olio EVO
  • pepe
  • 1 pentolino
  • 1 pentola

 

Si parte!

Lava bene gli asparagi e rimuovi le “spine” dai bordi; tagliali poi a rondelline sottili, lasciando magari da parte qualche testa per guarnire alla fine. Se, come me, non sei poi capace a guarnire, sono ottime da mettere insieme alle rondelline per essere mangiate.

Inizia a mettere a bollire l’acqua per la pasta e ricorda poi di salarla. Così ci portiamo avanti.

Taglia a pezzettini mezza cipolla e mettila a soffriggere con olio e sale nel pentolino. Quando sarà dorata, aggiungi le rondelle di asparagi e lascia soffriggere anch’esse per un minuto circa.

Aggiungi ora il gorgonzola e, aiutandoti con un cucchiaio di legno, schiaccialo leggermente nel pentolino. Se vuoi, puoi anche tagliarlo a tocchetti prima per facilitare l’operazione. Spruzza 50 ml circa di panna da mescolare alla crema di gorgonzola.
Nella foto, stai vedendo due pentolini: in quello in alto, ho solamente aggiunto la panna senza il gorgonzola (alla moglie non piace molto), se vuoi anche tu provare la doppia dose, ho usato circa 150ml di panna.
Abbassa ora il fuoco.

Quando l’acqua bollirà, butta la pasta e falla cuocere al dente. Scolala e mettila direttamente in un piatto.

Servi la crema di gorgonzola e asparagi direttamente sul piatto, spolverizza di pepe e chiama tutti a tavolaaaaaaaaaaa! In 20 minuti circa.

postheadericon Pesto fresco rosso – Ricetta TeoSchina

da “La cuoca bendata” – TV

Facevo zapping in televisione, quando mi sono imbattuto in questa trasmissione. La ricetta era semplicissima da seguire, quindi ho preso appunti mentalmente e l’ho proposta il giorno dopo con successo.

Risultato fresco e gustoso, sicuramente da avere nel taschino!

DSCN6483 Verifica di avere:

  • 1 barattolo di pelati
  • una manciata di foglie di basilico
  • olio EVO
  • parmigiano
  • Pasta a piacere
  • sale
  • 1 frullatore
  • 1 bicchiere per frullare
  • 1 pentola

Si parte!

DSCN6484Metti a bollire l’acqua salata per la pasta. Quando sarà pronta, ci butterai la pasta come da manuale.

Nel bicchiere del frullatore versa i pomodori pelati. Riempi con il basilico in maniera che siano circa in parti uguali (ok, il basilico è pieno d’aria, quindi è molto meno, ma la foto dovrebbe darti un’idea). Il vantaggio è comunque che puoi aggiungere uno dei due ingredienti per aggiustare il tiro a seconda di quello che hai più saporito.

Inizia a frullare e versa circa mezzo bicchiere d’olio nel bicchiere senza smettere di frullare. Man mano che versi olio e incorpori aria, verifica la consistenza della salsa: dovrebbe arrivare ad essere una vellutata. Versa quindi l’olio con attenzione, perchè se superi il livello, ti troverai una salsa troppo liquida (e oleosa!)!

Butta la pasta e condisci direttamente nella pentola con la salsa appena ottenuta. Fai mantecare con abbondante parmigiano.

Se vuoi, guarnisci ulteriormente con basilico e parmigiano e… chiama tutti a tavolaaaaaaaaaaaaa in 15 minuti circa!

 

DSCN6486

postheadericon Pasta al pesto di avocado – Ricetta TeoSchina

Non ricordo bene da dove si fosse scatenata la discussione sull’avocado. Ricordo solo che ho pensato “Caspita, non ho mai mangiato l’avocado!”. Così ho iniziato a vedere se potesse essere sfruttato anche come ingrediente, oltre che come frutto.

Et voila! Una pasta condita con avocado? Presto detto, presto fatto!

IMG_20150401_193211 Verifica di avere:

  • 250g di Pasta
  • 2 avocado
  • pinoli
  • olio
  • sale
  • 1 mixer
  • 1 pentola
  • 1 padellino

Si parte!

IMG_20150401_193721Taglia in due gli avocado e, con l’aiuto di un cucchiaio, svuota la polpa direttamente nel mixer. Aggiungi un giro d’olio e qualche pinolo. Attiva il mixer e crea il tuo “pesto”.

Ora accendiamo i fuochi.

Da un lato metti a bollire l’acqua per la pasta. Dall’altro, nel padellino, fai tostare una manciata di pinoli.

Aggiungi sale all’acqua che bolle e butta la pasta. Durante la cottura, travasa 2/3 cucchiai di acqua di bollura nel pesto che IMG_20150401_194904hai ottenuto, per renderlo più morbido. Nel primo esperimento che ho intrapreso (tortiglioni), è rimasto un po’ troppo “papposo”, ma nel secondo (spaghetti), il risultato è stato decisamente più soddisfacente. Contestualmente, ho anche bruciato un pelo meno i pinoli, che non guasta mai.

Scola la pasta, condisci con il pesto, aggiungi qualche pinolo intero di guarnizione e… a tavolaaaaaaa! In 20 minuti circa.

 

 

 

IMG_20150401_200353

DSCN6350

 

postheadericon Caserecce con Pesto rosso siciliano rinforzato – Ricetta TeoSchina

da “Fiorfiore in Cucina” – Coop

Una bella ispirazione per non usare il semplice “sugo pronto”. Decisamente agevole da preparare, ma che dà un simpatico tocco addizionale alla pasta.

DSCN6323 Verifica di avere:

  • Caserecce o altra pasta corta che raccolga bene il sugo
  • Pesto siciliano rosso
  • Pomodorini ciliegino
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio
  • sale
  • 1 Pentola
  • 1 Padella

Si parte!

DSCN6325Inizia con il tagliare a quarti i ciliegini e a piccoli pezzetti l’aglio. Ti suggerisco di eliminare dallo spicchio d’aglio l’anima al centro per renderlo comunque più leggero.

Metti un cucchiaio d’olio nella padella e fai rosolare con un pizzico di sale i due ingredienti.

Nel frattempo metti a bollire l’acqua per la pasta.

DSCN6326Quando l’acqua inizia a bollire, sala e butta le caserecce. In contemporanea puoi versare il pesto rosso siciliano nella padella e far cuocere il tutto a fuoco basso.

Quando la pasta sarà cotta, ma al dente, scolala e falla saltare in padella a fuoco vivace con il sugo preparato.

Siamo già pronti per chiamare tutti a tavolaaaaaaaaa! In 20 minuti circa.

DSCN6327

postheadericon Gratin di pasta con rucola e crescenza – Ricetta TeoSchina

da “Zenzero e Limone” – Web

E’ da un po’ che su Facebook seguo la pagina di “Zenzero e Limone”, un blog di Giallo Zafferano che mi è sempre sembrato pubblicare ricette sfiziose e non troppo difficili. E visto che adoro le paste fatte al forno, ho subito trovato particolarmente succulenta questa ricetta di pasta al forno “alternativa”, gustosa ma leggera!

DSCN6180 Verifica di avere:

  • 300g di pasta (io ho usato i tortiglioni)
  • 300g di patate
  • 70g di rucola
  • 100g di crescenza
  • grana o parmigiano grattugiato
  • 50g di burro (+ quello per imburrare la pirofila)
  • 100ml di latte
  • sale
  • noce moscata a piacere
  • pepe nero a piacere

Si parte!
Lava la rucola, asciugala un po’ e tritala, anche grossolanamente con un coltello se vuoi.

DSCN6181Lava le patate, sbucciale e lessale in acqua salata.

In una ciotola metti il burro e le patate lessate ancora calde, di modo che facciano sciogliere il burro. Schiacciale grossolanamente con una forchetta.

Aggiungi del parmigiano (o grana), il latte, sale, pepe e noce moscata. Mescola e poi aggiungi anche la crescenza, col composto ancora caldo. Mescolare bene fino ad ottenere una bella amalgama! Ora è il momento della rucola: mescola bene anche lei al composto.

DSCN6183Ora cuoci la pasta: lasciala un po’ al dente, visto che poi il tutto va in forno. Una volta scolata, aggiungila al composto e mescola bene di modo che tutta la pasta sia ben “sporcata” dalla crema che hai creato.

Imburra una pirofila e versaci la pasta così condita, cospargi di abbondate parmigiano.

Metti la pirofila in forno e cuoci a 200°C per 15 minuti o fino a quando la doratura superficiale non è di tuo gradimento!

Sforna e, servendola ben calda, ….. a tavolaaaaaa! In 40 minuti circa.

DSCN6187


Hit Counter provided by Skylight