Archive for ottobre, 2012

postheadericon Cous cous tonno pomodorini e zucchine – Ricetta TeoSchina

da “Variante sul tema” – TeoSchina in Cucina

Ecco qua che, ogni tanto, ci fermiamo e anzichè aggiungere nuove ricette al nostro personalissimo ricettario, andiamo a ri-cucinare qualcosa che ci è piaciuto e quasi ne scordavamo il sapore, oppure modifichiamo leggermente il mix di ingredienti.

L’incriminato è il cous cous, di cui trovate la ricetta qua

Questa volta ho provato a mixare dei pomodorini tagliati a fresco, del tonno e delle zucchine tagliate a piccoli dadini e fatte saltare in padella 6/7 minuti.

Il risultato è davvero una valida proposta per una cena che soddisfa un po’ tutti i palati!

postheadericon Linguine speck e vongole – Ricetta TeoSchina

da “Dipiù Cucina n.15/2012” – Cairo Editore

Ecco che sfogliendo le paginette di questo piccolo ricettario… mi sono imbattuto in una ricetta davvero curiosa. Mai avrei pensato di abbinare così mari e monti ma.. il risultato ne vale davvero la pena!
Continuo a scusarmi per la qualità delle foto, presto arriverà una nuova macchina fotografica e potrò dismettere il cellulare.

Verifica di avere:

  • 400g di linguine
  • 150g di speck
  • 250g di vongole
  • 1 spicchio d’aglio
  • vino bianco
  • 300g di salsa di pomodoro
  • prezzemolo
  • olio
  • sale e pepe
  • 1 pentola
  • 1 padella

Si parte!
Io ho sfruttato le vongole già sgusciate, in maniera da saltare tutta la parte di spurgo e bollitura.

Metti quindi i frutti delle vongole nel vino bianco e falle sfumare direttamente in padella con un giro d’olio e lo spicchio d’aglio.

Nel frattempo inizia pure a scaldare l’acqua per la pasta.

Rimuovi ora lo spicchio d’aglio (per evitare che il sapore diventi troppo potente) e aggiungi lo speck tagliato a striscioline. Fai rosolare anche quello con dolcezza.

E’ il momento quindi di aggiungere la salsa di pomodoro. Provvedi e mescola di tanto in tanto. Aggiusta con sale e pepe a tuo piacere.

Scola le linguine e saltale direttamente in padella con il sugo.

Sposta con amore nei piatti e… a tavolaaaaaaaaaa! In 15 minuti circa.

postheadericon Croccantino di Pinoli – Ricetta TeoSchina

da “Menu di oggi” – DeAgostini IdeaDonna 1995

Non so perchè ho sempre pensato al croccantino come un qualcosa di elaborato e che non sarei mai stato in grado di riprodurre. Ci volevano queste poche pagine di un sacco di anni fa per ispirarmi e farmi mettere mano ai cucchiai!!
Le dosi che ho scelto di usare sono “parche” visto che non sapevo come sarebbe stata la resa e la dimensione, ma si può abbondare avendo lo spazio giusto per fare raffreddare il dolce!

Verifica di avere:

  • 100g di pinoli
  • 100g di zucchero
  • 1/2 cucchiaio di succo di limone
  • 2 cucchiai di olio/carta da forno
  • 1 Pentolino
  • 1 terrina/base di marmo

Si parte!
Fai sciogliere a fuoco moderato lo zucchero nel pentolino, aggiungendo un cucchiaio d’acqua e il succo di limone.

Quando si trasformerà in un liquido denso, aggiungi i pinoli e continua a mescolare lentamente finchè tutto non diventerà del tipico colore dorato.

A questo punto, non essendo dotato io di piano di marmo (nel caso tu ce l’abbia, cospargilo leggermente d’olio), ho pensato di recuperare una terrina e appoggiare al suo interno un foglio di carta da forno. In questo modo ho pensato che avrei anche contenuto eventuali danni da sbrodolamento. Conoscendomi…

Schiaccia quindi abbastanza velocemente con un mattarello o un cucchiaio di legno i pinoli per portarli a livello.

Lascia quindi raffreddare per un bel po’ (deve diventare bello solido).
Taglia con un coltello a rombettini e … a tavolaaaaaaa! In 10 minuti + il tempo di raffreddare.

Conserva pure il tuo croccantino da 10Kg in barattoli di vetro in luogo fresco e asciutto.

postheadericon Torta di Pesche – Ricette TeoSchina

da “I menu di Benedetta” – Ricky

Stavolta è mio fratello che ci ha segnalato questa invitante torta, facendocela direttamente provare! 
Non ha avuto il coraggio di lanciarsi subito con le foto, per paura della riuscita, ma posso testimoniare che era ottima anche la sua versione! La Nceschi, migliore decisamente rispetto a me nei dolci, ha deciso di riproporla per il blog.

Verifica di avere:

  • 700g di pesche
  • 400ml di latte
  • 3 uova
  • 200g di zucchero
  • 4 cucchiai di farina
  • vanillina
  • zucchero a velo
  • carta da forno
  • pirofila
  • ciotola

Si parte!
Il procedimento è davvero semplice. Inizia con lo scaldare il latte senza portarlo a bollore.
Nel frattempo sbuccia le pesche e tagliale a spicchietti.

Procedi quindi nel mescolare all’interno della ciotola tutti gli ingredienti, tranne le pesche. Ok, tranne anche la carta da forno, ma spero sia sottinteso 🙂

Procedi quindi con l’unire le pesche e mescolare tutto quanto insieme.
Rivesti di carta da forno la pirofila e versa al suo interno il composto liquido ottenuto.

Ci siamo: cuoci per circa un’ora (controlla la cottura dopo almeno 40 minuti) a 180°C.

Chiama tutti a tavolaaaaaaaaaaa!

postheadericon Gnocchi di pangrattato e prosciutto – Ricetta TeoSchina

da “Menù d’oggi”DeAgostini (1995)

Ecco che continuo a sfogliare i ricettari regalati e mi imbatto in una variante mai sentita (da parte mia) degli gnocchi. 
Pronti via, la sera stessa stavo stendendoli sul tavoliere.
Spettacolari

Verifica di avere:

  • 200g di farina
  • 100g di pangrattato
  • 50g di grana grattugiato
  • 50g di prosciutto
  • 1 uovo
  • 200ml di latte
  • sale
  • pepe
  • 1 tavoliere
  • 1 straccio (pulito!)

Si parte!

Mescola insieme farina e pangrattato, poi creane una montagnola e scava nella sommità per ottenere un piccolo vulcano.
Al suo interno, sminuzza il prosciutto e spacca l’uovo.

Ora, piano piano, aggiungi il latte e inizia ad impastare tutto insieme, tentando di non sporcare tutta quanta la cucina, ma lavorando dall’esterno all’interno dell’impasto. Aggiungi un po’ di sale e un po’ di pepe a seconda dei tuoi gusti.
Forma quindi una pallozza bella consistente.

Avvolgi la pallozza in uno straccio e falla riposare a temperatura ambiente per almeno 1 ora.

Riprendi quindi l’impasto e lavoralo altri 2/3 minuti. Staccane un pezzo alla volta e crea delle biscioline da 1/2 cm di diametro.
Con il coltello, taglia gli gnocchi e dagli la sagomatura adatta per il condimento tramite rotolamento su forchetta o sul retro di una grattugia.

A questo punto, puoi iniziare a mettere a bollire l’acqua. Aggiungerai sale e butterai gli gnocchi, lasciandoli dentro fino a quando non verranno a galla (occhio, più li fai cicciosi, più rischi che dentro non cuociano del tutto).

Io ho condito con del semplice burro e salvia! Il loro sapore era già completo così!
Chiama tutti a tavolaaaaaaa! In 1ora+15 minuti circa.


Hit Counter provided by Skylight