Archive for luglio, 2011

postheadericon Una fresca e colorata tavolata – Menu TeoSchina

Una bella, fresca e colorata tavolata!
Tante verdure e soddisfazione da vendere con dei piatti molto gustosi!

Guest star: Andy&Mara.


Ricette mostrate e gustate:

postheadericon Quiche di Zucchine e Pecorino – Ricetta TeoSchina

da: “in Tavola” – TV Sorrisi&Canzoni Aprile 2011

Non potevamo lasciar fare tutto ai nostri ospiti, quindi ci siamo comunque presentati attrezzati alla “domenica varesina” e … abbiamo scroccato allegramente la loro cucina!

Concludiamo quindi il ciclo con la ricetta 3 di 3! Tutti a tavola!

Verifica di avere:

  • 1 confezione di pasta brisee
  • 7/8 zucchine
  • 150g di pecorino
  • 3 uova
  • 200 ml di panna
  • grana grattugiato
  • basilico
  • maggiorana
  • sale
  • pepe
  • 1 pirofila
  • 1 pennello
  • 1 grattugia o robot da cucina
  • 1 ciotola grande (clic!)

Si parte!

Srotola la pasta brisee e appoggiala nella pirofila mantenendo la carta antiaderente. Strappa la metà circa della parte in eccesso della pasta, ti servirà per fare le striscette finali. Punzecchia il tutto con una forchetta e dimentica tutto in frigo per 10 minuti.

Lava bene le zucchine e grattugiale finemente. Aggiungi il sale e lascia riposare per 10 minuti. Dovrebbero buttare fuori un bel po’ di acqua.

Passati i 10 minuti, scolale e aggiungi: il grana, la maggiorana e il basilico. Spolvera di pepe a piacere.

Mescola tutto con un cucchiaio per distribuire tutte le polveri in maniera uniforme.

All’interno di una ciotola, mescola insieme 2 uova e la panna fino ad ottenere una coloritura giallina.

Unisci quindi la panna alle zucchine e crea il tuo impasto.

Estrai quindi dal frigorifero la pasta brisee e comincia ad applicare un primo strato di zucchine. Poi prendi il pecorino e taglialo a scaglie grossolanamente fino a coprire lo strato di zucchine.
Procedi con vari strati (te ne verranno circa 3) fino ad esaurire le zucchine o… superare il bordo della pasta brisee (noi ad esempio, abbiamo deciso che le zucchine in eccesso sarebbero diventate un ottimo condimento per una futura pasta asciutta).


Quando hai terminato, recupera gli stralci di pasta che hai fatto all’inizio. Separali in strisce e appoggiali sulla quiche per fare dei “quadratoni”.
Prendi solo il tuorlo dall’ultimo uovo e sbattilo leggermente. Con il pennello, spalma il rosso sulle strisce appena posate.


Inforna a 180°C per circa 45 minuti.


A tavolaaaaaaaaaa! In 60 minuti circa.

Aggiungo una foto bonus della fetta, perchè uscita particolarmente bene alla Nceschi!



postheadericon Linguine all’avocado e pomodori secchi – Ricetta TeoSchina

da: “Scuola di cucina” – Mara edition

Dopo aver spizzicato la salsina tzatziki è il momento di cucinare un bel primo. Fresco gustoso e con quel nonsochè di esotico grazie al gusto dell’avocado. 

Vi lascio quindi subito alla ricetta 2 di 3 dell’evento domenicale!

Guest star: Andy&Mara

Verifica di avere (x 4 persone):

  • 350g di linguine
  • 1 avocado
  • pomodori secchi
  • 1 aglio
  • un vasetto di briciole di pane (secche!)
  • pinoli
  • maggiorana
  • olio
  • sale grosso
  • 1 pentola
  • 1 padella

Si parte!

Intanto inizia a mettere a bollire l’acqua, conviene sempre non avere tempi morti in cucina 🙂

Versa 2 cucchiai d’olio nella padella, versaci le briciole di pane e falle saltare con uno spicchio d’aglio sminuzzato e una spolverata di maggiorana.

Procedi quindi con lo sbucciare e tagliare l’avocado in piccoli cubetti. Dopodichè tramite un mixer o altri colpi di coltello, cerca di renderlo il più piccolo possibile: lo scopo è trasformarlo in una specie di crema durante la cottura.

Taglia a questo punto anche i pomodori secchi in piccoli pezzettini.

Quando l’acqua bolle, aggiungi il sale e butta le linguine. Forse in questo momento conviene spegnere il fuoco sotto la padella per evitare strane nerità carboniche.
Tieni da parte un mezzo bicchiere di acqua di bollura quando la pasta è quasi pronta.

Una volta che la pasta è cotta, scolala (non troppo) e passala in padella dove il pane la sta attendendo. Aggiungi a fuoco basso la salsa di avocado, i pomodori e qualche pinolo.
Durante questa operazione versa l’acqua di bollura precedentemente messa da parte, servirà a non far appiccicare il tutto!

Una volta soddisfatto, o semplicemente non ce la farai più dalla fame che ti sta salendo… A tavolaaaaaaaaaa! In 20 minuti circa.

postheadericon Salsa Tzatziki – Ricetta TeoSchina

da: “365 giorni a tavola” – Mondadori

Il blog ormai è in piena esplosione (vabè, romanzo un po’), tanto che ieri siamo stati invitati ad un pranzo Varesino in cui sfoggiare un nostro esperimento e assaggiare due specialità preparate dalle guest star Andy&Mari.

Ovviamente il cucinare in compagnia ha tutta un’altra faccia, e il poter mangiare all’aria aperta senza limiti di tempo ci ha regalato la domenica perfetta! Quindi un mega grazie!

Iniziamo con la ricetta 1 di 3 (con le opportune modifiche rispetto all’originale) di qusta mini-serie, allacciate i bavaglioli!

Guest star: Mara

Verifica di avere:

  • 1 confezione di yogurt greco
  • 1 cetriolo
  • olio
  • sale grosso
  • pepe
  • tortillas da inzuppare!
  • 1 mixer da cucina (o tanta pazienza)
  • 1 cucchiaino
  • 1 coppetta

Si parte!
Sbuccia completamente il cetriolo e, con l’aiuto di un coltello, pratica  una scanalatura al centro, in maniera da rimuovere tutta la zona dei semi.
Metti qualche grano di sale grosso all’interno di questa cavernetta e lascia a riposare per circa 10 minuti. In questo modo i cetrioli perderanno gran parte dell’acqua e diluiranno meno la salsa.


Sminuzza quindi le due parti di cetriolo con il robot da cucina, oppure frullale, oppure vai di mezzaluna… insomma devi ridurle ad una poltiglietta. Aggiungi quindi lo yogurt e provvedi a mescolare le due parti.


Aggiungi infine 4 cucchiaini d’olio e una spolverata di pepe. Riamalgama il tutto.


Metti le tortillas a portata di mano, sia per chi cucina che per chi si siede a tavola.




A tavolaaaaaaaaaa! In 15 minuti circa.

postheadericon Crepes (base) – Ricetta TeoSchina

da: “Quadernetto magico” – Calligrafia Nceschi

Ci siamo ritrovati il frigorifero pieno di salumi. Alcune prelibatezze sarde, qualche avanzo trentino e un paio di fette di prosciutto del supermercato. L’alternativa era rovinarci di panini e schiattare in breve tempo oppure cucinare qualche crepe, condirla salata e averne magari 1 o 2 in avanzo per metterci delle chilate di nutella e cocco.

Grazie speciale a Ricky&Silvia per l’attrezzatura professionale 🙂

Verifica di avere (x 6 crepes)

  • 2 uova (ehy! ne è scomparsa 1!)
  • 125g di farina
  • 250ml di latte
  • 1 piatto fondo
  • 1 padella per crepes (o cmq antiaderente)
  • burro

Si parte!

Spacca le uova nel piatto e aggiungi pian piano latte e farina mentre mescoli. Continua a lavorare con una frusta o una forchetta finchè il mix non diventa uniforme. 

Imburra leggermente la padella e versa una mestolata circa di mix all’interno del piano. Se sei dotato dello strumento super tecnico della foto potrai procedere con l’uniformare lo spessore della crepe… altrimenti ci puoi provare con un cucchiaio o far finta di niente. 

Dopo un minuto circa dovrebbe avere assunto una consistenza solida e inizierà a cuocere. Nel momento in cui intravedi il marroncino, tramite la spatola (o altro attrezzo a te comodo) gira la crepe sottosopra con un colpo da esperto.

Ancora qualche istante e… A tavolaaaaaaaaaa! In 5 minuti circa (alla prima crepe, poi conta un paio di minuti a crepes).

Ora puoi sbizzarrirti con i condimenti: salumi, formaggi e pepe fanno delle ottime compagnie salate. Cioccolato, sciroppi, creme, gelati eccetera invece si accompagnano al dolce.
 



Hit Counter provided by Skylight